Editoriale

   
di Sandro Angelini
 



Ipocrisia costituzionale

 

A proposito della legge sul processo breve … era meglio il lodo Alfano,
una "disposizione in materia di sospensione del processo penale nei confronti delle alte cariche dello Stato". Con questa legge si mettevano al riparo dai processi le prime quattro cariche dello stato per tutta la durata del mandato, Berlusconi era contento e i giudici avrebbero dovuto solo aspettare. Il lodo Alfano è stato dichiarato incostituzionale dalla Corte proprio perché la legge sarebbe uguale per tutti. Che sciocchezza!
La legge non è mai stata uguale per tutti, specialmente per chi è parlamentare o anche un semplice editore miliardario.
Questo provvedimento metteva al riparo le alte cariche dello stato ma non toccava gli altri processi, quelli della gente comune in mezzo alla quale spesso si nascondono ladri, stupratori, truffatori e mafiosi. A detta di molti sembrerebbe una legge ad alto rischio, anche secondo l'on. Casini, notoriamente moderato: "Questo ddl per abbreviare i processi è realmente una porcheria, un provvedimento che dimentica le vittime, sfascia l'ordinamento e abroga la giustizia". La nuova idea “salva premier” potrebbe determinare il taglio di molti processi.

Processo breve di durata minima garantita
fino a completa estinzione dei reati.
Morale: per salvarne uno ne fuggiranno centinaia.
La solita ipocrisia … costituzionale.

 

 


 
   
 
e-mail: Info@nonso.it - webmaster: Astor Informatica