Maestro Zen

 

La sospensione

 

“Non occorre cercare la verità: basta far cessare la visione”.

Ch'an Seng-ts an

 

Se la “verità” cercata resta un concetto della mente non corrisponderà mai a ciò
che realmente è. Il dito che indica la luna non è la luna. Ed è questo il monito molto importante del Patriarca: il piano rappresentativo simbolico mentale non va confuso
con la realtà, poiché siamo convinti che quest’ultima sia esprimibile a parole.
Dio stesso viene concepito come Verbo o Logos ma è tutto pericolosamente fuorviante;
la ricerca di una formula o di una definizione che esprima l’assoluto è solo
una costruzione mentale, un riflesso di antichissimi retaggi.
Guardiamo le nostre idee sulle cose e non le cose stesse.
Lo zen indica una Via per la realtà: la sospensione dell’attività della mente ordinaria, quella interpretativa che lui chiama “visione”.



La “visione” è il velo che nasconde la realtà,
non serve a nulla cercare:
lascia cadere il velo.

Ch'an Seng-ts an
TERZO PATRIARCA CHAN IV SEC DC


>>> Torna alla pagina precedente <<<

 
 
  e-mail: Info@nonso.it - webmaster: Astor Informatica