Maestro Zen

 

TAOISMO E CONSAPEVOLEZZA


Dimenticare il corpo e l’anima significa non avere più l’idea di “persona”;
dimenticare se stessi significa non conservare alcuna idea di ego.

Abbandonare l’idea di se stessi come esseri “separati” dal resto del mondo e dell’universo non può essere un dogma, tantomeno un’idea o una filosofia ma un’esperienza, da ricercare e vivere. 

Esiste un’Energia Vitale o Universale che contiene ogni cosa esistente,
e allo stesso tempo è presente all’interno di ogni cosa: muove, anima ogni essere. 
 
I taoisti cercano di divenire consapevoli di questa Unità e con essa si armonizzano.

Fu Kuei Tzu, maestro taoista, diceva che l’uomo, pur essendo la creatura più intelligente del pianeta, cambia atteggiamento verso
la vita in diversi modi, proprio perché il vero “direttore” non è presente. Se l’uomo avesse il senso di questa presenza, non si lascerebbe guidare dalla psiche soggettiva e percorrerebbe in maniera spontanea la Via.

 

Praticando facciamo emergere il vero “direttore”;
praticando percorriamo con naturalezza la Via.

 

 

La Realizzazione non dipende da eventi eccezionali ma dalla dedizione quotidiana.

 


>>> Torna alla pagina precedente <<<


 
 
  e-mail: Info@nonso.it - webmaster: Astor Informatica