Meditazione

 

 

Contemplare la natura: la roccia

 

Con l’uso eccessivo della mente si rischia di perdere il contatto con la realtà
della materia, con la natura e con la parte più profonda di noi stessi fino all’alienazione.
La pratica della contemplazione è il mezzo più efficace per riprendere contatto con
la realtà e con noi stessi.

Iniziamo con la roccia


Un semplice pezzo di roccia o una pietra andranno benissimo: fate una passeggiata in un luogo che vi piace e  guardatevi intorno con attenzione, fate caso alle forme e scegliete quella che richiama la vostra attenzione.

Preparazione del luogo

Scegliete un angolo tranquillo di casa, con illuminazione adeguata (se decidete di farlo la sera qualche candela andrà benissimo), quindi sedete comodamente e ponete davanti a voi, altezza occhi, la roccia.

Esecuzione

Chiudete gli occhi per alcuni minuti e portate l’attenzione alle narici: fate tre respiri profondi, rilassate le spalle, il collo, senza fretta, prendete il tempo necessario per sentire il vostro corpo, il peso, eventuali tensioni e tutto quello che c’è in quel preciso momento. Poi aprite gli occhi e mantenendo l’attenzione al respiro (dalle narici) osservate la roccia per quello che è: un pezzo della terra. Contemplando una parte della terra sarete collegati alle montagne più alte, ai dirupi sul mare e a qualsiasi altro elemento del luogo da cui l’avete presa. Contemplate immobili e silenti la roccia che avete scelto coscienti del fatto che a poco a poco si diventa tutto ciò che contempliamo con attenzione. Assimilate le qualità della roccia: fermezza, resistenza, stabilità. poi, lentamente e respirando sempre coscientemente, allungate una mano e toccatela: sentite gli spigoli, le fessure, le asperità, la forma.


Fate tutto con attenzione, e in quei momenti, fuori dal frastuono dell’ego e dalla mente, sperimenterete il contatto con la realtà fondamentale dell’esserci. Essere presenti nell’istante presente attraverso la contemplazione di un elemento della natura è un’esperienza intima e profonda che vi riporta alla realtà della materia e della parte più profonda di voi stessi.


Più osservi, più apprendi, più i tuoi occhi diventano capaci di vedere.


>>> Torna alla pagina precedente <<<



 
 
e-mail: Info@nonso.it - webmaster: Astor Informatica