Meditazione


Cos'è la Meditazione?

Lungi dall'essere fuga dalla realtà, la meditazione sta diventando per molti un antidoto alla vita frenetica e alienante, una questione di sopravvivenza, una necessità per restare ancorati alla realtà,
un mezzo per radicarsi nell'esistenza.

Nell'antica tradizione buddista si dice “prendere rifugio” Quando il Buddha aveva ottant’anni, e stava per morire, disse ai suoi discepoli di prendere rifugio nell’isola del loro Sé (attadipa).

Quest'isola è il centro, la nostra consapevolezza, secondo la tradizione Zen: il Volto originale...
Naturalmente vale anche per noi; se ritorniamo in noi stessi e guardiamo profondamente, possiamo entrare nel vasto universo della nostra stessa essenza. Questa può essere una pratica molto importante per tutti noi.
Ogni qualvolta ci sentiamo perduti, tagliati fuori, separati dalla vita o dal mondo, ogni qualvolta sentiamo instabilità, dobbiamo sapere come praticare il Ritornare a Casa...

La meditazione è una chiave:
apre la porta della tua interiorità…
Uno sguardo nell’anima.
E’ il tuo centro dimenticato,
sepolto sotto mille condizionamenti e paure.
Meditare è tornare a casa, riposare un po’:
quando sei in meditazione diventi Testimone di te stesso.

Il respiro consapevole è il veicolo che possiamo usare per tornare dentro noi stessi.

La consapevolezza è attenzione. La parola attenzione genera tensione, c'è rigidità nel concetto di attenzione che abbiamo. L’attenzione consapevole di cui parlo è un'altra cosa,
è un fiume maestoso che scorre senza sosta, lento e continuo, è un fluire naturale.
L'attenzione di cui parlo rende ogni cosa meravigliosa.

Il respiro consapevole ci riporta a casa,
poiché genera l’energia della consapevolezza dentro di noi.

La consapevolezza è la sostanza di un Buddha

 


>>> Torna alla pagina precedente <<<

 

 
 
e-mail: Info@nonso.it - webmaster: Astor Informatica