Meditazione

 

 

RESPIRAZIONE ADDOMINALE



Questo tipo di respirazione è tipica del corpo in stato di rilassamento.
Quando si inspira, il diaframma si abbassa, la parte bassa dei polmoni si dilata
e l’addome si gonfia. Con l’espirazione il diaframma
si rilassa, i polmoni si svuotano
e l’addome si sgonfia. Per "ascoltare" questi movimenti è sufficiente portare
una mano sull’addome.

La respirazione addominale permette una buona ossigenazione.
Da evitare: la contrazione dei muscoli della schiena
e la spinta in avanti dell’addome durante l’inspirazione.


RESPIRAZIONE TORACICA



La respirazione toracica coinvolge la parte media dei polmoni
e si effettua dilatando la cassa toracica allargando le costole;
è molto importante non irrigidire le spalle.
Espirando la cassa toracica si "richiude".
Assumendo particolari posture o in caso di attacchi d’ansia,
il corpo può adottare spontaneamente questo tipo di respirazione.
Per percepire contrazione e rilassamento della cassa toracica
tenere le mani sopra di essa. Rispetto a quella addominale,
la respirazione toracica permette di inspirare meno aria
mentre è necessario uno sforzo maggiore.

Oltre ad avere effetti benefici su circolazione e cuore,
aiuta nel caso di affezioni alle vie respiratorie.


RESPIRAZIONE CLAVICOLARE



Quest’ultima può considerarsi la naturale continuazione della respirazione toracica. Tramite il movimento delle clavicole l’aria viene fatta penetrare solo nella parte
alta dei polmoni: si inspira sollevando le clavicole e si espira abbassandole.
Per percepire le modificazioni apportate dalla respirazione clavicolare
occorre tenere le mani alla base del collo.

Rispetto a quella addominale questa respirazione è molto meno profonda.



RESPIRAZIONE COMPLETA



I tre diversi momenti delle precedenti respirazioni vengono unite
in un unico "armonioso respiro". Dilatando l’addome e la cassa toracica
si effettua una inspirazione lenta e profonda, poi si sollevano anche le clavicole
e in tal modo l’aria andrà a riempire interamente i polmoni.
Durante l’espirazione invece si abbassano le clavicole, il torace si richiude
e l’addome si sgonfia. I tre movimenti, pur essendo legati armonicamente
l’uno all’altro, restano distinti.

Questo tipo di respirazione profonda consente
di mantenere il giusto equilibrio tra ossigeno ed anidride carbonica.


 

 

Questi esercizi di respirazione, come altri, oltre a tonificare
e a rendere più vitale il corpo, abitua la mente a concentrarsi
e la predispone alla meditazione.

 

 


>>> Torna alla pagina precedente <<<



 
 
e-mail: Info@nonso.it - webmaster: Astor Informatica