Meditazione

 

Mantra - Meditazione con i suoni

Il Mantra, il cui uso è principalmente (ma non esclusivamente) diffuso nella tradizione indiana,
è uno strumento potente per mezzo del quale si intende ottenere il controllo della mente
o indurre nella stessa contenuti diversi dagli usuali.
La parola sanscrita Mantra, (forse originariamente indicava un inno vedico)
potrebbe essere interpretata come “strumento per la mente”.
Sembrano esserci ben settanta milioni di formule diverse e per la cultura indiana questi suoni esprimono
l’energia mentale. Sappiamo che la psicologia moderna afferma che una bugia ripetuta più di sessanta volte
diviene per la mente di chi la sostiene una verità, non è difficile immaginare da un punto di vista religioso
l’effetto che produce un Mantra ripetuto per ore ogni giorno.

A noi non interessa l’aspetto religioso, ma la parte concreta.

Diversi suoni vengono usati nella nostra scuola e ognuno ha una specifica funzione fisica e mentale.
Le vibrazioni massaggiano gli organi interni, li rilassano e li rivitalizzano, inoltre favoriscono lo stato meditativo.
Spesso utilizziamo alcuni Mantra come preparazione a tecniche meditative,
oppure utilizziamo tecniche in cui sono compresi suoni per pulire la mente.
Attraverso il respiro si modifica la nostra attenzione e lo stato di coscienza:

“il respiro è l'unico atto involontario su cui si può agire e trasformare completamente la nostra consapevolezza”

Durante il sonno la respirazione è diversa rispetto allo stato di veglia, lo stato di coscienza risulta quindi diverso
in base al tipo di respirazione che viene eseguita;
quando si è in collera si respira in modo diverso rispetto a quando si è sereni.
L'ossigenazione che arriva al cervello e a tutto il corpo è diversa secondo la modalità del respiro.
Con l’uso dei Mantra si emettono suoni che regolano l'espirazione, la trasformano, rendendola lenta e continua.
Inoltre la ripetizione continua di un suono o di una frase finisce per acquietare l’eterno chiacchierio della mente
e produce un effetto benefico psicofisico da tempo provato scientificamente.

Nell'uso dei Mantra è necessario un respiro profondo,
poi un’espirazione lenta e continua per l’emissione stessa del suono.
Lo stato di coscienza si modifica secondo la modalità di ossigenazione che arriva al cervello e a tutto il corpo.

Il respiro è il ponte tra mente, corpo e anima.
E solo attraverso il respiro è possibile agire sulla consapevolezza.

 

 


>>> Torna alla pagina precedente <<<

 
 
  e-mail: Info@nonso.it - webmaster: Astor Informatica